Cortometraggio “Midwives work”

Il Royal College of Midwives  ha finanziato la realizzazione di un cortometraggio artistico intitolato “Midwives work” con l’intento di invitare le ostetriche/ci, i medici ostetrici e i decisori politici  a farne uso per sostenere il lavoro dell’ostetrica/o nel ridurre la mortalità materna e infantile e per promuoverne il ruolo e il riconoscimento sociale.
Il filmato, reperibile in lingua originale sia sul sito del RCM che su youtube, spiega quello che è il lavoro delle ostetriche nel ridurre la mortalità materna e infantile in tutto il mondo, ed è stato premiato al Congresso internazionale dell’ICM che si è svolto a Durban, in Sud Africa nel mese di giugno 2011.
Il Collegio interprovinciale delle ostetriche di Como/Lecco ha realizzato i sottotitoli in italiano così che il cortometraggio sia fruibile per tutti coloro che ne siano incuriositi.

Concorso Fotografico “SCATTI DI VITA OSTETRICA”

Il  Collegio Ostetriche di Bologna ha indetto un concorso fotografico intitolato “Scatti di vita Ostetrica” con l’intento di dare visibilità  alla nostra professione.

Tutte le informazioni necessarie, il bando, la scheda di iscrizione e la liberatoria per la pubblicazione delle opere fotografiche sono disponibili sul sito www.ostbo.eu.

Il concorso è aperto a tutti coloro vogliano partecipare. Vi chiediamo, quindi, di divulgare l’iniziativa e di partecipare numerose.

Per vedere la Locandina premere Qui.

Allattamento al seno, attivo tavolo tecnico operativo

PosVerticalIl 19 dicembre 2012 presso il Ministero della Salute si è svolta la riunione di insediamento del Tavolo Tecnico Operativo interdisciplinare per la promozione dell’allattamento al seno, con lo scopo di proseguire i lavori già avviati nel precedente triennio dal Comitato Nazionale Multisettoriale per l’Allattamento Materno.

Rappresentante della FNCO all’interno del Tavolo Tecnico è la consigliera Maria Vicario.Da tempo il Ministero lavora per promuovere l’allattamento materno, in accordo con le raccomandazioni e gli indirizzi di agenzie internazionali come Unicef e OMS. Con questo tavolo però non si vuole solo sensibilizzare all’applicazione delle linee di indirizzo del Ministero.

Nel solco già segnato Comitato Nazionale Multisettoriale per l’Allattamento Materno attraverso le campagne di comunicazione “Il latte di mamma non si scorda mai” (replicate nel 2010 e 2011) il Ministero intende incoraggiare la pratica di allattamento materno informando dei benefici che comporta, e diffondere comportamenti di approvazione ed atteggiamenti accoglienti da parte dell’intera comunità, che deve saper riconoscere nel gesto di allattare un modo naturale e spontaneo di interagire tra madre e bambino.

Linee di indirizzo del Ministero

Management del secondo stadio del travaglio di parto

Nel numero 119 del 2012 dell’ International Journal of Gynecology & Obstetrics (pubblicazione ufficiale FIGO – International Federation of Gynecology and Obstetrics) sono state pubblicate le Linee guida “Management of the second stage of labor” .
Queste linee guida sono destinate a rafforzare le politiche ed i contesti per l’erogazione delle cure ostetriche e consentire ai professionisti di assistere le donne nella seconda fase del travaglio in linea con le attuali raccomandazioni basate sull’evidenza ottimizzando gli esiti per mamma e bambino. Il documento non è inteso come una formale revisione sistematica della letteratura, ma mira a identificare importanti questioni cliniche programmatiche e politiche che richiedono attenzione.

Per leggere le Linee guida clicca qui: Management del secondo stadio del travaglio di parto

I centri nascita a conduzione ostetrica migliorano gli outcomes e abbassano i costi sanitari

gravidanza5aDal momento che negli Stati Uniti i costi sanitari e il tasso di cesarizzazione sono aumentati nel corso degli ultimi due decenni, un nuovo studio pubblicato oggi dimostra che l’assistenza in punti nascita a conduzione ostetrica comporta costi sanitari ridotti ed implica minor tasso di cesarizzazione rispetto all’assistenza ospedaliera.
Condotto dall’Associazione americana dei Centri di nascita (AABC) e pubblicato nel numero più recente del Journal of Midwifery & Women’s Health, la rivista ufficiale della American College of Nurse-Midwives (ACNM),  il National Birth Center Study II evidenzia i benefici per le donne che si rivolgono a punti nascita a conduzione ostetrica. I risultati rafforzano confermano che i punti nascita a conduzione ostetrica forniscono assistenza sanitaria sicura ed efficace alle donne durante la gravidanza, il travaglio e la nascita.

Per saperne di più leggi l’articolo.

Servizio TG1 ore 20.00 del 31 Gennaio 2013

tg1Il 31 Gennaio 2013 nell’edizione delle ore 20:00 il TG1 ha trasmesso un servizio dedicato alla Doula, definendola come nuova figura emergente in Italia a sostegno della donna durante la gravidanza, il parto ed il puerperio che conta circa 200 operatrici in Italia.

A fronte delle informazioni divulgate attraverso tale servizio, la Presidente della FNCO ha immediatamente chiesto al direttore del TG1 un’immediata replica a rettifica dell’informazione divulgata. Clicca QUI per visualizzare la lettera.

Quest’episodio, purtroppo, rappresenta solo l’ultima manifestazione di un fenomeno la cui dimensione appare sempre più preoccupante, l’esercizio abusivo della professione ostetrica, e che negli ultimi anni,  grazie alle informazioni veicolate attraverso i nuovi mezzi di comunicazione a carattere “virale”, si sta rapidamente diffondendo in modo pervasivo.

E’ stato inoltre pubblicato dalla testata online Quotidiano Sanità un articolo contenente le considerazioni espresse dal Comitato Centrale della FNCO. Per consultarlo premi QUI.